Credenza di design con canna Kalfi L123xH63cm Legno nero e beige con gambe dorate

PICCOLI PREZZI
3X con scalapay
161,00 €
quantità limitata !
588,00 €
-18% 483,00 €
In magazzino
Questo articolo è in magazzino al deposito. Lo riceverete con una tempistica che dipende dal tipo di spedizione prevista per il vostro articolo. Per saperne di più
Consegna tra 22 e 28 maggio a partire da 59,00 € + info
Modello
Credenza di design con canna Kalfi L80xH150cm Legno nero e beige con gambe dorate Credenza di design con canna Kalfi L123xH63cm Legno nero e beige con gambe dorate

È davvero possibile coniugare design contemporaneo e versatilità funzionale? Assolutamente sì, basti pensare alla credenza Siman, dove il design contemporaneo si unisce all'arte della lavorazione della canna per creare una raffinatezza senza pari.
Il suo design minimalista, unito alla delicatezza della canna, crea un'estetica che oscilla tra la semplicità moderna e l'eleganza senza tempo.
Le ante in canna nera e beige e i cassetti accuratamente integrati della credenza Siman aggiungono un tocco artistico, evocando una sensazione di leggerezza e nascondendo abilmente una generosa quantità di spazio di archiviazione. Più che un semplice mobile, è un'opera d'arte funzionale! Osate aggiungere un tocco audace al vostro arredamento con questo mobile, che vi sedurrà con la sua eleganza e lasciate che questo pezzo eccezionale valorizzi l'estetica del vostro spazio abitativo con il suo fascino unico e senza tempo.

Maggiori Informazioni
Colore Nero / Beige
Dettagli del materiale Melaminico *, Metallo Melaminico * : un materiale composito resistente e economico, spesso utilizzato per la produzione di mobili e oggetti decorativi. Metallo : un materiale solido ottenuto dalla lavorazione dei metalli, spesso utilizzato per la produzione di oggetti di design come lampade, tavoli e sedie.
Tipo di vano portaoggetti Mobile basso
Ad angolo No
Apertura Porte a battente
Dimensioni L123 x P38 x H63
Peso netto (kg)45
Dimensione Pacco

Vi piacerà anche :

Clienti soddisfatti e chi lo dice